altroconsumo fa ricorso contro bollette deposito cauzionale di abbanoa

Altroconsumo ricorso su Abbanoa

L’associazione Altroconsumo ha inoltrato un ricorso all’autorità nazionale per l’energia sul pagamento del deposito cauzionale richiesto da Abbanoa: “Procedure adottate a nostro avviso ingannevoli e scorrette“. Parola di Francesco Mattana rappresentante per la sardegna dell’associazione Altroconsumo

 

altroconsumo fa ricorso contro bollette deposito cauzionale di abbanoa
altroconsumo fa ricorso contro bollette deposito cauzionale di abbanoa

Dopo la richieste di Abbanoa mandate agli utenti sul pagamento del deposito cauzionale l’associazione dei consumatori ha scritto alla Aeegsi (Autorità energia elettrica e servizio idrico) per chiedere l’apertura di un istruttoria.

“In particolare si è chiesto all’Aeegsi  l’apertura di un istruttoria per chiarire l’applicazione della delibera da parte dell’ente idrico.  Abbiamo sollevato dubbi, operando l’ente idrico in regime di monopolio e soprattutto oggetto da tempo di numerosi disservizi verso gli utenti (mancata risposta ai reclami,risposta tardiva, improcedibilità pratiche conciliazione, fatture errate, distacco servizio) in palese violazione della carta dei servizi dalla stessa adottata nel 2007 e non revisionata secondo le nuove normative”.

Inoltre si è chiesto anche ad un’altra autorità Agcom (Autorità garante per la concorrenza ed il mercato) di valutare “quanto lo stesso ente idrico ha adottato nelle procedure, a nostro avviso violando il codice del consumo su alcuni punti riferiti alle pratiche in materia di informazione ritenuta ingannevole (difatti nella missiva inviata ed anche pubblicizzata in alcune testate giornalistiche a tiratura regionale vi è scritto che il deposito cauzionale sarebbe “Imposto” dall’Aeegsi) mentre invece cosi non sembrerebbe avendo la stessa autorità disciplinato e ritenuto facoltativa l’adozione da parte dei gestori di tale richiesta del deposito cauzionale“.