Attenti alle truffe sul carburante (Aggiornamento 26-02-2013)

Senza Titolo -1In questo periodo di crisi una delle spese che risulta piuttosto pesante nelle tasche dei cittadini è il costo del carburante. Il prezzo di benzina e gasolio rispetto a qualche anno fa è aumentato in maniera sproporzionata, sia a causa delle accise (l’ultima delle quali di ben 20 centesimi) sia per la speculazione internazionale sul commercio dei prodotti petroliferi. In questa situazione all’utente della strada non resta altro da fare che puntare ai distributori che offrono il prezzo migliore, fosse anche di soli pochi centesimi, per cercare (o illudersi di farlo) di risparmiare sul pieno dell’auto. In questo stato di cose non sono pochi i tranelli che vengono tesi a chi soldi ne ha già pochi e vorrebbe a tutti i costi risparmiare per poter avere un pò di respiro, con l’unico risultato di affondare ancora di più nella crisi, a causa dei soldi che questi lestofanti derubano. L’ultimo ritrovato in materia di truffe è molto ben congegnato ed ha già mietuto le sue vittime, vediamo insieme come funziona.

Per prima cosa, potreste ricevere una mail che vi invita ad aderire ad un’offerta esclusiva di Eni-Agip, che vi consente di acquistare carburante all’invitante prezzo di 1 euro al litro. L’offerta è allettante, e il link che vi inviano sembra autentico, come potete vedere. C’è anche il certificato di autenticità https, che infonde in chi legge un falso senso di sicurezza, vedremo poi come è stato possibile ottenerlo. Ebbene, sappiate che qualunque offerta del genere è una truffa. Una volta inseriti i vostri dati, vi verrà richiesto, per pagare i buoni che come vogliono farvi credere vi verranno recapitati direttamente a casa, il numero della vostra carta di credito o Postepay. Ovviamente, una volta forniti questi dati, le vostre carte saranno clonate e svuotate, e a casa vostra non verrà recapitato proprio nulla. Come è indicato chiaramente sul sito autentico dell’Eni l’offerta dei buoni carburante è completamente differente, ovviamente nessuno vi darà mai il carburante a un euro al litro, e cosa più importante sul sito autentico è specificato che questi buoni non sono venduti online, ma solo tramite le agenzie commerciali autorizzate, e mettono in guardia gli utenti da possibili inganni in questo senso. Della truffa ne hanno parlato anche motocorse.com e you-ng.it. Ma veniamo ora al certificato di autenticità https, come è possibile che un sito segnalato come sicuro nasconda un tranello? La risposta purtroppo è che aggirare l’ostacolo è molto semplice. Se andiamo a vedere la homepage del sito, infatti, ovvero http://www.eni-shopping.com, scopriamo che esso ha una impostazione che si occupa di tuttaltro e che appare completamente innocua. In nessuna pagina accessibile direttamente è presente il link truffa, ed è più che chiaro che si tratti unicamente di una facciata volta a nascondere le intenzioni truffaldine. Il sito appare in lingua tedesca, traducendo alla buona si capisce che avrebbe qualcosa a che fare con teatrini per bambini. Il dubbio che potrebbe sorgere è questo: il webmaster potrebbe essere in buona fede, il suo sito hackerato e quindi la pagina incriminata non sarebbe da ricondurre come responsabilità diretta del proprietario del dominio? La risposta è NO. La malafede è chiara innanzitutto dall’indirizzo, che senso ha avere un indirizzo web eni-shopping.com? La malafede è piuttosto chiara.

Chiudiamo con i comuni consigli che ci potrebbero aiutare nella nostra navigazione web per renderla sicura. Innanzitutto, tenete sempre bene a mente che quando un’offerta è troppo allettante nel 99% dei casi si tratta di una truffa. Nel restante 1% si tratta di offerte che sono buone solo a prima vista, ma che nascondono condizioni poco chiare. Prima di dare il vostro numero di carta di credito per acquisti online, accertatevi che l’azienda che state pagando corrisponde effettivamente a quella specificata nell’annuncio. Ma soprattutto, usate il web per difendervi, con delle semplici ricerche su un qualsiasi motore di ricerca si smascherano truffe di ogni genere. Con intelligenza e senza fretta, sul web si può acquistare in tutta sicurezza e trovare offerte ottime. Ma in mancanza di questi due elementi, il rischio di vedere andare in fumo i propri soldi è purtroppo alto.

 Aggiornamento del 26-02-2013: il link citato nell’articolo non funziona più, molto probabilmente il sito è stato chiuso in seguito alle segnalazioni alle autorità. Ma i truffatori non si sono comunque fermati, perciò attenzione che qualunque offerta di questo tipo è una truffa bella e buona. Mi è arrivata infatti una mail che mi offre carburante a un euro stavolta da un sito differente, senza certificato https: http://www.shopagip.net/. La pagina si presenta in tutto e per tutto come quella truffaldina segnalata in precedenza, della quale riporto qui uno screenshot nel caso in cui anche questa venga cancellata. Ricordate sempre e comunque che si tratta di una truffa, e che se inserirete i dati della vostra carta di credito sarete derubati dei vostri soldi e a casa vostra non verrà recapitato nulla. 

La pagina truffaldina come si presenta al visitatore
La pagina truffaldina come si presenta al visitatore

Francesco Canu

(674)

3 thoughts on “Attenti alle truffe sul carburante (Aggiornamento 26-02-2013)”

Lascia un commento