Conclusi a Sorso i festeggiamenti per San Pantaleo

San Pantaleo (Sorso)Conclusione in festa a Sorso in onore del Patrono, San Pantaleo.
Nella mattinata di lunedì sono state celebrate le S. Messe alle ore 8, 9:30 e 10:45 che nonostante la giornata feriale hanno visto la presenza di un discreto numero di fedeli.
Alle 18:40 sono stati recitati i Vespri in onore del martire della Mauritania che hanno preceduto la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal sacerdote sorsense e vice parroco a Sassari presso la Basilica del Sacro Cuore, don Francesco Meloni.
Insieme a lui hanno concelebrato la Messa, don Anselmo Olisaeke vice parroco di San Pantaleo, don Nicola Carta parroco di Santa Monica e padre Federico del Santuario della Beata Vergine “Noli Me Tollere”.
Nell’omelia il sacerdote si è soffermato più volte su cosa significhi oggi essere cristiani e sul perché molti giovani non frequentano più la Messa e si siano allontanati dalla Chiesa invitando tutti, specialmente gli adulti, ad un’accurata riflessione. Don Meloni ha anche affermato che “non basta un crocifisso in casa” o “dirsi cristiani” per esserlo veramente. E ha puntato sul fatto che cristiani lo si deve essere con la propria vita invitando ad aiutare i più deboli che “non sono solo gli ammalati o gli emarginati, ma anche i giovani che spesso vengono lasciati soli e non trovano aiuto nei momenti di difficoltà”.
A conclusione della Messa, un folto corteo di fedeli si è snodato per le principali vie della cittadina con alle spalle il simulacro del Santo medico accompagnato dalle bandiere con i rispettivi comitati, le associazioni e la Confraternita di Santa Croce oltre che naturalmente la rappresentanza istituzionale. La processione iniziata intorno alle 20 si è conclusa verso le 21:15 accompagnata dalle note del Christus Vincit della Banda Musicale “Luigi Canepa” di Sassari che hanno aperto l’ingresso trionfale del martire di rientro nella sua chiesa.
Terminata la funzione religiosa i fedeli hanno potuto gustare “una mensa imbandita da San Pantaleo” nel giardino della chiesetta di Santa Croce, come ha affermato il parroco don Giovanni Manca. La serata si è poi animata con un concerto nel piazzale antistante la parrocchia. (284)

You must be logged in to post a comment Login