Elezioni amministrative Sennori: Programma della Lista Civica Sennori a 5 stelle.

Ecco mentre rimaniamo in attesa del programma della lista  Progetto per Sennori….ci siamo procurati dal sito www.svegliasennori.it il programma della Lista Civica “Sennori a 5 stelle” e che vi proponiamo integralmente….con il logo della stessa, per conoscere i candidati consultare il nostro precedente articolo con l’elenco di tutti i candidati delle tre liste e in lizza  nella ridente cittadina della Romangia….

Programma della Lista Civica Sennori a 5 stelle.
La lista Sennori a 5 stelle ha come scopo quello di garantire la partecipazione dei cittadini, la trasparenza amministrativa e l’efficienza della gestione del bene pubblico.
La nostra visione si basa sulla convinzione che gli affari del comune sono affari di tutti, ed ha come unico presupposto un comune aperto alla partecipazione ed al controllo dei cittadini sull’attività amministrativa.

Le cinque stelle del movimento corrispondono a cinque macroaree di intervento:
1. Trasparenza, partecipazione e informazione
2. Acqua pubblica
3. Energia, rifiuti e gestione del territorio
4. Mobilità e salute
5. Turismo e lavoro
Questo programma è frutto di un indagine statistica che ha coinvolto gran parte della popolazione sennorese attraverso un sondaggio raccolto con un questionario distribuito nel paese e attraverso idee segnalate sul sito web “svegliasennori.it”
Il nostro intento è quello di promuovere attività concrete che consentano l’adesione del comune di Sennori “all’Associazione Nazionale dei Comuni Virtuosi”.
Gli enti locali che aderiscono all’associazione Comuni Virtuosi (comuni a 5 stelle) intervengono a difesa dell’ambiente per migliorare la qualità della vita, amando il proprio territorio, avendo a cuore la salute, il futuro e la felicità dei propri cittadini.
Il comune virtuoso adotta tutte quelle misure che diffondono nuove consapevolezze e realizzano politiche concrete legate alla crescita felice, alla sobrietà e al buon senso.
Lo spirito che ci anima è propositivo. Per noi, semplici cittadini di Sennori, la società del futuro e l’innovazione partono dal basso. È fondamentale che i cittadini siano parte attiva nelle decisioni dell’amministrazione comunale attraverso un sistema di democrazia partecipata.
La copertura finanziaria dei nostri progetti si basa sulla riduzione degli sprechi e su un nuovo concetto di sviluppo sostenibile.
Il movimento civico Sennori a 5 stelle non è un partito politico, non è collegato ad essi, e non dispone di finanziamenti pubblici. Esso si fonda solo sulla partecipazione e sul volontariato dei cittadini.
I nostri candidati non sono iscritti a nessun partito o movimento politico, non hanno riportato sentenze di condanna in sede penale, non hanno assolto in precedenza più di un mandato elettorale.
L’amministratore locale per il movimento è concepito come un funzionario della politica che continua a mantenere il dialogo con le istanze della società civile e il comune che intendiamo creare sarà un azienda con un bilancio in attivo.
I nostri punti strategici sono:
1. Trasparenza e partecipazione
– Garantire la ripresa audiovisiva delle sedute dei consigli comunali (in streaming);
– Pubblicazione del curriculum vitae e certificato penale del sindaco, degli assessori e dei consiglieri;
– Pubblicazione di cariche e aziende dei consiglieri per un eventuale conflitto di interessi e incompatibilità;
– Pubblicazione dello stato d’avanzamento dei lavori, contratti, appalti nel portale comunale e nelle varie bacheche da installare nei punti più accessibili del paese;
– Trasparenza sui compensi e sui gettoni di presenza dei consiglieri, assessori e sindaco;
– Creazione dei rappresentanti di quartiere eletti dai cittadini residenti, designati a riferire periodicamente all’amministrazione comunale circa le problematiche della zona affinché la giunta ascolti le esigenze e richieste dei cittadini al fine di motivarne le scelte;
– Creazione di punti di ascolto al fine di raccogliere le segnalazioni e le esigenze dei cittadini;
– Comunicazione via web delle decisioni e realizzazioni dell’amministrazione comunale anche in termini economici;
– Istituzione di un bilancio comunale partecipativo sull’avanzo di amministrazione
2. Informatica e comunicazione
– Introduzione di corsi gratuiti di informatica e navigazione internet;
– Creazione di zone wi-fi gratuite;
– Garantire gratuitamente l’accesso a internet nelle scuole, nei centri di aggregazione e in vari siti strategici del comune, per consentire la diffusione delle informazioni;
– Inserire in applicazione dell’articolo 591 della legge finanziaria del 2007 la tecnologia VOIP per le telefonate negli enti pubblici;
– Introduzione di un sistema semplice per ottimizzare le risorse energetiche attraverso l’acquisto di nuovi pc;
– Sostituzione di software commerciali con software open source (gratuiti) in tutti gli uffici pubblici;
– Creazione di un nuovo portale comunale che interagisca con i cittadini e più esaustivo per le informazioni erogate, integrato con i Social Networks per informare la
popolazione e raccoglierne i suggerimenti;
– Attuare un sistema attraverso il quale il cittadino potrà collegarsi con l’operatore del comune attraverso una chat o software per fornire risposte più esaurienti e complete
all’utente,consentendo l’invio di file, modulistica e Link utili;

– Istituzione dello sportello di orientamento alla creazione e sviluppo dell’impresa per un utilizzo appropriato dei finanziamenti disponibili affiancato da una figura professionale;
– Istituzione del consiglio comunale dei ragazzi per affrontare e tentare di risolvere i problemi di questa fascia d’età, affinché siano visibili e conoscibili agli adulti le proprie
esigenze;
– Inserire via web ma anche all’ingresso del paese una mappa completa dei siti archeologici, dei luoghi dove mangiare, dormire e delle aziende da visitare;
– Costituzione dell’ URP (ufficio di relazioni con il pubblico), quale spazio d’incontro e di dialogo fra i cittadini e l’Amministrazione Comunale per favorire l’ascolto e semplificare l’accesso alle informazioni e ai servizi.

Scopi fondamentali dell’URP sono:
– Informare su prestazioni, servizi, attività normative e strutture dell’Amministrazione;
– Informare e rendere possibile l’accesso alle procedure dell’Ente;
– Informare sull’attività degli Enti e delle Amministrazioni non comunali;
– Far conoscere il calendario dei principali avvenimenti cittadini;
– Verificare il gradimento dei servizi per ottimizzarne e migliorarne la qualità;
– Accogliere suggerimenti, segnalazioni e reclami;
– Creazione del giornale comunale.
3. Acqua pubblica
– Istituire la gestione pubblica comunale dell’acqua, designando il comune quale unico referente per la gestione, distribuzione e tutela di essa.
– Controllo periodico e analisi dell’acqua potabile;
– Disincentivare l’utilizzo dell’acqua in bottiglia nelle mense scolastiche, uffici comunali e pubblici usufruendo di quella delle fontane attraverso la loro potabilità e depurazione;
– Controllo e ristrutturazione della rete idrica per ridurre le perdite nelle tubature; – Pianificare il riutilizzo dell’acqua piovana per l’irrigazione del verde pubblico e privato;
– Studiare e verificare l’applicabilità di un piano per il doppio circuito dell’acqua per garantire la potabilità per usi alimentari e non potabilità per altri usi;
– Garantire attraverso dei filtri la potabilità dell’acqua del rubinetto da destinare alle mense scolastiche;
– Valorizzare le fonti sorgive del territorio attraverso la loro riqualificazione per una migliore fruizione dei cittadini e dei visitatori;
4. Verde urbano
– Creazione e manutenzione di aree verdi attrezzate, non solo nell’agro, ma anche all’interno del paese;
– Destinazione di appezzamenti di terreno pubblico per la coltivazione della bio – diversità;
– Cura del giardino delle scuole e coltivazioni di prodotti biologici locali negli stessi luoghi ad opera dei bambini al fine di garantire l’educazione ambientale e alimentare per
le scuole;
– Creazione del parco urbano con un tragitto pedonale attraverso passerelle e punti di ristoro con vari gazebi dietro il palazzo comunale;
– Inserimento nei parchi pubblici di spazi dedicati agli animali con creazione di zone attrezzate;
– Ripristino ed eventuale creazione di parchi giochi in ogni quartiere;
– Cura delle aiuole;
5. Attività socio culturali
– Riqualificazione del centro, intensificando le attività culturali in piazza e valorizzando i piccoli esercizi commerciali;
– Riapertura dei “giardini comunali” e della “piazza dei caduti” quali luoghi di aggregazione sociale;
– Realizzazione di una cucina comunale destinata a soddisfare le mense scolastiche per creare nuovi posti di lavoro sul territorio e reperire le materie prime dei produttori locali.
Il criterio di scelta consentirà a tutti i produttori uguale partecipazione attraverso una continua rotazione;
– Incentivare la coltivazione dei campi dismessi attraverso i sistemi di filiera corta per poter reperire nel nostro territorio i prodotti tipici, informando con norme comunali
semplificate, gli agricoltori interessati a creare vari consorzi, al fine di vendere i loro prodotti nel mercato del sabato;
– Creazione del Centro Commerciale Naturale (CCN) con lo scopo di organizzare e gestire le attività promozionali dell’intero comparto attraverso iniziative di animazione
territoriale anche in coordinamento con altre realtà locali, progettando e realizzando sistemi di fidelizzazione della clientela stabile (fidelity card) o atti a sostenere
commercialmente particolari momenti dell’anno (concorso a premi). Gestire il sito internet del CCN, contenente tutte le informazioni sulle attività economiche esistenti,
oltre ad una loro vetrina virtuale, le iniziative in atto, le attrazioni culturali ed artistiche del paese, gli orari e le domeniche di apertura. Programmare e realizzare la campagna
pubblicitaria mirata al lancio delle CCN;
– Istituire la Denominazione di Origine Comunale, per valorizzare e tutelare i prodotti tipici;
– Realizzare musei di arti e mestieri e del folklore tipico sennorese con esibizione distrumenti e attrezzi per i lavori nei campi, delle botteghe artigianali e lavori domestici.
Tale operazione garantirà una maggiore visibilità e fruizione a livello turistico, inserendo il patrimonio archeologico e culturale in una rete più ampia.
– Gestione di siti archeologici da un operatore qualificato comunale/o cooperativa di servizi o società di gestione.
6. Lavori pubblici
– Edilizia per la locazione a canone moderato con l’acquisto di case disabitate, la loro ristrutturazione e affitto a nuclei familiari con redditi bassi, affinché si realizzi la
riqualificazione urbana ed edilizia e il recupero del centro di sennori;
– Realizzazione di un manto sintetico del campo comunale “Basilio Canu”;
– Per la viabilità rurale, attuare interventi sul piano stradale, ripulire le banchine recupero dei muretti a secco e pulizia delle cunette;
– Per le case abbandonate nel centro storico ricognizione e catalogazione di tutti gli edifici presenti nel centro storico che presentano condizioni di d’ instabilità e di pericolo;
– Riprendere il progetto di “Sennori Ospitale” per garantire la valorizzazione turistica nel nostro paese, attraverso l’utilizzo di abitazioni in disuso.
– Acquisto di uno stabile nella periferia del paese adibito a caserma dei carabinieri attraverso un mutuo da estinguere con i finanziamenti del ministero degli interni per
garantire la privacy degli utenti;
– Portare a termine lo stato del PAI comunale iniziato e mai ultimato;
– Riconsiderazione del PUC approvato di recente incompatibile con il piano paesaggistico regionale e con la situazione territoriale già satura di zone C.
– Creare appalti sotto i 20.000 € che non necessitano dell’indizione di una gara aperta a tutti gli utenti regionali al fine di garantire di un reclutamento popolare.
7. Energia;
– Dotare le case popolari e tutti gli edifici di proprietà comunale di pannelli fotovoltaici di ultima generazione e di solare termico;
– Creazione di un piano energetico comunale (PEC) per la promozione dell’uso delle energie alternative;
– Istituire forme d’incentivazione all’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili al fine di eliminare gli sprechi;
– Ammodernamento del sistema d’illuminazione pubblica con la sostituzione dei corpi illuminanti con apparecchiature a basso consumo (led), senza inquinamento luminoso,
garantendo risparmio economico, maggiore durata e minore manutenzione.
8. Mobilità;
– Creare collegamenti interni comunali con il comune di Sorso, per offrire un servizio di trasporto al consultorio, guardia medica, al catasto ecc;
– Disegnare un quadro di spostamenti di mezzi pubblici per consentire ai cittadini residenti nelle periferie del paese ad accedere al centro, creando nuovi posti di lavoro e meno inquinamento;
– Studio e valutazione di eventuali mezzi pubblici a trazione elettrica più ecologici ed economici;
– Creazione di piste ciclabili attraverso l’applicazione di leggi che promuovono l’utilizzo di trasporto alternativo come la l. 366/98 che disciplina il finanziamento della mobilità ciclistica e la l. 472/99 che destina il 10% delle multe al trasporto alternativo;
– Abbattimento delle barriere architettoniche nelle chiese e nei luoghi pubblici;
9. Raccolta differenziata
– Passare dalla “tassa sui rifiuti” alla “tariffa sugli stessi” calcolata al Kg. di rifiuti indifferenziati prodotti (Paghi quanto inquini);
– Detrazione della tassa per chi produce rifiuti zero;
– Studio e progettazione di un sistema di compostaggio in loco.
10. Sociale
– Promuovere iniziative volte al riconoscimento delle pari dignità e del sostegno alle famiglie del disabile;
– Trasporto scolastico alunni disabili per coloro che frequentano le scuole superiori;
– Promozione di attività sportive per i disabili ideate anche in collaborazione con associazioni del settore e attività adattate alle loro reali aspettative, ai loro ritmi e ai loro
bisogni;
– Promuovere il progetto di auto mutuo aiuto per le famiglie che vivono l’esperienza della disabilità. Tali gruppi sono composti da persone che condividono uno stesso bisogno o una medesima condizione. Questo consente di assicurarsi reciproco aiuto per superare un problema di vita e per impegnarsi a migliorare la propria condizione personale e sociale;
– Promuovere sostegni economici a favore delle famiglie numerose e a basso reddito per garantire l’attività sportiva ai bambini-ragazzi;
– Ippoterapia per disabili per stimolare la pratica ludica sportiva garantendo all’individuo una terapia a livello psichico intellettivo e sociale, favorendo inoltre la socializzazione e l’integrazione se svolta in gruppo.
– Scuola della terza età con docenti professionali;
– Creazione di uno sportello di consulenza legale a basso costo;
– Creazione di asili nido pubblici;
– Organizzazione di corsi per lavori artigianali con docenti pensionati;
– Creazione di eventi culturali in ogni quartiere. (431)

You must be logged in to post a comment Login