Gambling, quali sono i rischi? Un arma a doppio taglio

slot-machine

slot-machine

Arma a doppio taglio. Altra faccia della medaglia. Sono queste due delle tipiche espressioni più usate e utilizzate quando si parla di un qualcosa che rappresenta una passione un hobby di molti,ma ha insiti in sé una serie di rischi e pericoli. Senza alcun dubbio, è questo il caso del gioco d’azzardo. Stiamo parlando di un vero e proprio fenomeno a livello planetario.  Insomma, ormai il gambling è un pilastro imprescindibile e fondamentale della new economy internazionale, come dimostrano le cifre rese note dal quotidiano l’Avvenire. Ma, come ogni cosa, ha i suoi pro e i suoi contro.

Sarebbe anche fin troppo semplice e scontato parlare della ludopatia, ossia della dipendenza patologica, un fenomeno molto conosciuto anche nella nostra Sardegna. Va detto che, a fare da traino, sono stati sicuramente l’online e il mobile. Infatti, negli ultimi anni si è abbassata la forbice tra i giocatori terrestri e quelli casalinghi. La comodità di stare a casa propria, d’altronde, è davvero imbattibile e insuperabile. Il tutto può diventare una questione di interpretazione, perché in molti non vedono il gambling solo come semplice e puro passatempo e divertimento. A volte, c’è chi mette a repentaglio interi risparmi pur di arrivare a una vincita, anche piccola. In parole povere, il concetto e lo slogan Gioca responsabilmente segna una sorta di confine oltre il quale si rischia di inciampare e di cadere nell’oblio.

Abbiamo parlato di una spinta a continuare a giocare fino a che non si riesce a portare a casa un qualcosa. Gli analisti del blog Divergenti Festival hanno raccolto in un interessante articolo una serie di fattori che rendono le slot machine pericolose. Ma quali sono le probabilità di vincita? Ed ecco che è proprio qui che si innesca un importante rischio. Infatti la possibilità non è per niente elevata. Per esempio, si può dire che le tanto amate slot machine sono programmate per pagare solo una percentuale del denaro scommesso. Non a caso vengono chiamate macchinette mangiasoldi. Si possono anche creare dei veri e propri falsi guadagni. Come? Molto semplice. Ciò accade quando la quantità di denaro che il giocatore vince è inferiore a quella scommessa. Il tutto viene celebrato come una vincita, ma in realtà, in quel giro, si sono persi dei quattrini. È un vero e proprio meccanismo tanto virtuoso e perfetto quanto rischioso e pericoloso. E, a volte, è davvero lecito parlare di una quasi vincita. Il credere di non aver vinto per un pelo può incentivare il pensiero di esserci andati vicini e di riprovarci. In realtà però una sconfitta rimane sempre una sconfitta e la visione del premio sulla schermata crea una sorta di effimera illusione. In questo caso, non vi è rischio peggiore.

Quindi come si può concludere? Il gambling è sicuramente una vera e propria macchina da soldi, ma ha in sé tanti lati e molteplici sfaccettature. Il tutto dipende dall’uso che se ne fa e dalla  capacità di controllarsi e di non andare mai oltre. Stiamo parlando di meccanismi perfettamente oliati e il modo in cui si rapporta e si approccia a essi sono a dir poco fondamentali. Insomma, occorre essere consci e consapevoli dei pericoli e dei rischi, come in ogni ambito della nostra vita e della nostra quotidianità. Perché, in fondo, il gioco d’azzardo è diventato anche un po’ questo.

Rassegniamoci. Ma con intelligenza. (1019)

You must be logged in to post a comment Login