Il pastore e la ferrari

Un uomo ben vestito scende dalla sua Ferrari vicino a un campo pieno di pecore, si avvicina al pastore, si toglie gli occhiali da sole e gli dice:

pastore abruzzese con le pecoreFacciamo una scommessa: se indovino quanto denaro fai con le tue pecore me ne prendo una.”
Il pastore annuisce.
L’uomo ben vestito estrae il suo tablet, mappa l’area del campo, stima il numero di pecore, incrocia i valori con allevamenti simili, genera una produzione di lana alla quale detrae i costi produttivi e gli ammortamenti fissi, confronta i risultati con altri case study sulle pecore e con i costi opportunità di un portafoglio da 100 titoli.
Quindi si gira verso il pastore e gli dice la cifra.
Il pastore gli risponde “Hai ragione, scegliti pure una pecora”.

L’uomo ne sceglie una e poi torna verso la Ferrari.
A quel punto il pastore lo richiama.
Aspetta” gli dice “Scommettiamo che indovino il tuo lavoro? Se ci riesco mi riprendo la pecora”.
L’uomo annuisce.
Sei un’economista” dice il pastore.
Come hai fatto ad indovinare?
Bhe non si sa bene da dove vieni, nessuno ti ha chiamato, pretendi di essere pagato per dirmi una cosa che già so e che non ti ho chiesto e non capisci un cazzo del mio lavoro. E ora restituiscimi  il mio cane”.

 

 

Lascia un commento