…..Interrogazione della Minoranza del consiglio comunale di Sorso

Al Presidente del Consiglio Al Sig. Sindaco

OGGETTO: Ritardo diffusione a mezzo stampa delle ordinanze del Sindaco n.23 del 17/09/2010 e n.24 del 22/09/2010 avente ad oggetto rispettivamente: “Limitazione utilizzo acqua destinata ad uso potabile proveniente dalla rete idrica comunale” e “Integrazione e modifica all’ordinanza n.23 del 17/09/2010- Limitazione utilizzo acqua destinata ad uso potabile proveniente dalla rete idrica comunale”.

Premesso che il Sindaco ha emesso l’ordinanza n.23/2010 in data 17/09/2010 e, successivamente, in data 22/09/2010 la n.24/2010, entrambe relative alla limitazione dell’utilizzo dell’acqua destinata ad uso potabile; Considerato che l’oggetto delle ordinanze è di rilevante importanza per la salute della cittadinanza e le stesse hanno carattere di urgenza;Considerato inoltre che nella seduta del Consiglio Comunale del 20/09/2010 l’argomento per la sua straordinaria importanza era stato trattato durante la fase delle segnalazioni;Considerato che in tali ordinanze il Sindaco disponeva di dare la massima diffusione a mezzo stampa e affissione pubblica, compreso l’albo pretorio comunale;Constatato che soltanto in data 30/09/2010 le ordinanze sono state oggetto di articoli pubblicati sul quotidiano La Nuova Sardegna, e che sino a tale data le stesse siano state diffuse solamente tramite affissione pubblica nelle piazze e in alcuni esercizi commerciali;Ritenuto che tale ritardo nella diffusione attraverso mezzo stampa delle ordinanze in oggetto abbia fortemente limitato il diritto dei cittadini di Sorso ad essere tempestivamente informati delle decisioni della Pubblica Amministrazione aventi ad oggetto limitazioni nell’utilizzo di servizi pubblici essenziali;Ritenuto molto probabile che, a causa del ritardo della pubblicizzazione delle ordinanze in oggetto nei quotidiani locali, diversi cittadini siano rimasti per troppi giorni all’oscuro di tale provvedimenti e che, quindi, ignari abbiano continuato ad utilizzare l’acqua per scopi alimentari;Si chiede al Sindaco quali fatti abbiano impedito all’Amministrazione Comunale di ottemperare tempestivamente al disposto delle ordinanze, in relazione alla comunicazione delle stesse attraverso la stampa;Si chiede che in futuro si assicuri con la massima tempestività la comunicazione delle ordinanze sindacali attraverso i quotidiani, sopratutto quando queste abbiano ad oggetto fatti che afferiscano alla sicurezza e alla salute delle persone.

I CONSIGLIERI

Maria Antonietta Foddai

Antonio Santoni

Giulio Donaggio

Paolo Delrio

Alberto Cappai

Nicola Sanna 



(286)

Lascia un commento