Isole che Parlano ….a Palau dal 6 all’11 settembre

Si terrà a Palau, dal 6 all’11 settembre, la XIV edizione di Isole che Parlano. La manifestazione – ideata da Nanni e Paolo Angeli – è organizzata dall’Associazione Sarditudine, con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Palau, della Regione Sardegna, della fondazione Banco di Sardegna, della fondazione Giovanni Demuro Onlus, dell’ISRE, con il patrocinio dell’Ambasciata Olandese, della Provincia Olbia Tempio, dell’UNESCO, di Radio Tre RAI, Archivio Mario Cervo e Orsus.

Il festival Isole che Parlano si presenta come una manifestazione che infrange le barriere tra le arti, prediligendo la multidisciplinarietà.

La formula è quella consolidata nei tredici anni precedenti: laboratori arte-infanzia, lezioni/incontri, concerti serali, proiezioni video, fotografia di reportage, interazioni con il territorio, con dislocamento degli eventi in aree archeologiche (Tombe di Giganti), nei monumenti naturali (Roccia dell’Orso) e nelle spiagge (Cala Martinella, Palau Vecchio). Il binomio tradizione e innovazione costituisce l’asse portante della manifestazione.

In cartellone per la XIV edizione il tropical punk di Cibelle & Los Stroscopious Luminous (Brasile-Inghilterra), la leggendaria band olandese The Ex, il canto a cappella di Gema 4 (Cuba), Tenores di Bitti Mialinu Pira (sardegna) e Abagar Quartet (Bulgaria), il rock solare dei La Shark (Inghilterra), il minimalismo di Ania Losinger e Matthias Eser (Svizzera), la musica improvvisata dei sardi Adriano Orru, Riccardo Lay e Gavino Murgia, le acrobazie degli spagnoli Los 2 Play, le scorribande di Tzacatal.

Di notevole importanza la produzione di ‘Borovliany’, mostra fotografica  di Valerio Contini prodotta dall’associazione Sarditudine, e la sezione laboratoriale “Isole che parlano…ai bambini” – a cura di Alessandra Angeli condotto da Suoni di c/arte, Associazione Ottomani, Simone Ciani – progetto didattico a misura dei più piccoli.

La manifestazione sostiene GO FAR, progetto di ricerca orientato ad individuare una terapia  per curare l‘Atassia di Friedreich (AF).

Ulteriori Informazioni e programma della manifestazione  sul sito  Isole che Parlano


(356)

You must be logged in to post a comment Login