l'annuncio tarocco apparso sul portale

La Sardegna e gli “schiavi” moderni

Il portale Sardegna Tirocini, attraverso cui la regione promuove gli stage “formativi” inseriti dalle aziende, non prevede alcun filtro alla pubblicazione degli annunci. Un noto sito on line ha  inserito un  messaggio alquanto grottesco e senza trovare alcun impedimento il messaggio è andato in circolo.

La domanda che si pone l’autore dell’annuncio burla è: trattandosi di annunci di lavoro su un sito di un ente pubblico, non sarebbe doveroso verificarli prima di illudere o male indirizzare centinaia di disoccupati?

La storia di questo portale….

 Come se nulla fosse il portale dove vengono inseriti i bandi di ricerca sono alla merce di chiunque….(vedi foto)

Un anno fa li avevano definiti “tirocini da schiavi” e, come se nulla fosse, nel 2013 tornano alla carica ignorando completamente le polemiche sollevate negli ultimi dodici mesi.

Si parla ovviamente del portale “Sardegna Tirocini”, il progetto attraverso cui l’Agenzia regionale per il lavoro e la regione Sardegna finanzieranno anche quest’anno dei voucher per stage di sei mesi presso ditte private. Esperienze di lavoro che si trasformano in un modo per i privati di assumere personale per mansioni a bassa specializzazione come camerieri, operai, magazzinieri e lavapiatti, facendo (sotto)pagare i lavoratori alla Regione stessa.

Lo stipendio, camuffato da borsa di studio, è infatti di 500 euro lordi al mese, per giornate lavorative identiche a quelle dei dipendenti “normali”.  (N)

 

 

(371)

Lascia un commento