Mangiare, alimentar-si, nutrir-si……..2 : Integratori alimentari

Oggi vi accompagnamo nella lettura con questo brano  : Ronny Jordan – Heaven  

Avevo un amico con una 127 rossa, c’aveva messo le minigonne, i cerchi in lega, le gomme larghe, lo spoiler, la mascherina traforata, le scritte sportive, addirittura la potentissima “barone” sulla fascia antisole del parabrezza, ma ogni volta che usciva insieme all’altro amico con la giulietta, arrivava sempre ultimo; è una cosa che non ho mai capito!

Quando buchiamo la gomma della macchina, la rattoppiamo e continuiamo a viaggiare; la cosa è abbastanza logica, costa molto meno che cambiarla, però la sicurezza sarà inferiore.

Quando il nostro organismo è alimentato male, necessita della integrazione di ciò che non “assimiliamo”, per cui l’integrazione anche se necessaria, sarà sempre e comunque un rattoppo, un ripiego,  un’accomodatura.

La necessità dell’integrazione deve essere collocata nel posto giusto e cioè nell’organismo fisico-materiale e non “nella mente”;  l’attuale moda degli integratori è invece creata con lo “spauracchio delle carenze” dall’industria farmaco-alimentare, che però è contemporaneamente responsabile dell’ informazione sui criteri di alimentazione che alle stesse carenze porta!!!

Nel XVI secolo un certo Copernico teorizzò il sole al centro dell’universo al posto della terra, come allora creduto indistintamente da tutti : dal popolo, dalla scienza e dalla chiesa (concezione tolemaica); la chiesa bollò di eresia tale idea  ed i sostenitori li mandò al rogo come demoni o stregoni;  dal 1616 l’opera di Copernico rimase nell’elenco dei libri proibiti e vi rimase fino al 1835 quando la Chiesa cattolica finalmente cambiò opinione! (200 anni).

Ma di cosa tratta quest’articolo? : “i minerali e le vitamine” fra loro e/o in associazione ad altri elementi e/o altri fattori (come ph, temperatura, disponibilità acqua ecc.) possono attivarsi o elidersi e per fare un analisi delle relazioni reciproche ci vorrebbe un laboratorio con tanto di biologi e “risorse economiche”, un librone su cui scrivere tutti i risultati ed infine un pubblico paziente che assista alla lettura integrale…….uffff!!! 

Ma non è più facile prendere per buono tutto il lavoro come fatto da Madre Natura e dedicare il nostro tempo libero ad attività ben più “piacevoli”? O, pensate che quel creatore, liberamente scelto tra le varie religioni, sia stato così distratto da commettere errori madornali tipo che so, ad esempio, dimenticarsi della B12 negli alimenti che già ne contengono il gruppo “B”?

Ritorniamo al concetto di *assimilare* del 3° capoverso, per cui potrebbe essere necessaria l’assunzione di integratori; la mancata assimilazione degli elementi avviene per 2 motivi :

1)      Non si  introducono, a causa di una alimentazione incompleta

2)      Non si  assorbono, a causa di fattori concomitanti, inibenti o distruttori degli elementi stessi;

l’assorbimento degli alimenti avviene nell’intestino tenue, ma se questo è aggredito da sostanze estranee, o irritanti o acidificanti, o fermentanti, o nocive in generale, nel tentativo di sbarrare la strada al passaggio di tali veleni si irrigidisce;  però così “passa meno di  tutto“, e quindi passeranno sia un po’ di alimenti che un po’ di veleni; questo dimostra perchè l’onnivoro moderno è sempre più “anemico” o “malato”, ad esempio di un vegetariano.                                                                                                                                                                      Nemici primari di vitamine e minerali : composti chimici, calore, zuccheri raffinati, alimenti raffinati, purganti, acidificanti, stimolanti

Sempre nell’ambito dell’argomento “assimilare” è necessario precisare la differenza tra elementi organici e non organici :

  • organici : sono quelli che hanno piena assonanza con l’organismo umano e che così sono resi dai processi biologici nei vegetali, subordinati all’azione del sole e della fotosintesi clorofilliana (vengono riconosciuti ed acquisiti naturalmente nei processi fisiologici dell’organismo umano)
  • non organici : sono quelli che provengono direttamente dalla terra o dall’acqua o dall’aria o sono gli organici sottoposti però a lavorazioni successive (cottura, conservazione, frigerazione, ecc.)(non vengono riconosciuti “amici” e l’organismo attiva i sistemi di difesa)

Esempio: immaginate “un bacio” con l’amore della vostra vita, in due  situazioni diverse:

 – abbracciati, su una spiaggia d’agosto, il mare fermo ed il sole al tramonto disteso sull’orizzonte…

–  al cellulare, con scritto smak (K), TVB (…….), MMT (……), ILV(….), faccine, smile, ecc. ecc.

 Certo, anche di quel bacio via “etere” qualcosa comunque arriverà, ma…….…..(oltretutto contiene anche effetti collaterali : ……..la nostalgia!)

Altro esempio utile può essere nel voler riempire d’acqua un bicchiere da una grande bacinella; rovesciando quest’ultima sopra il bicchiere, la maggioranza dell’acqua si perderebbe ed addirittura il bicchiere non rimarrebbe pieno al colmo, a causa della turbolenza nel rovesciamento.

Intervallo musicale : Autumn kiss – Alex Peptanariu

Ma a cosa servono le vitamine e i minerali ? Sono i cosiddetti cofattori che rendono attivo l’enzima (proteina), il quale a sua volta è l’elemento che attiva il processo fisiologico; tali cofattori per lo più devono essere introdotti con l’alimentazione.

Il discorso non cambia neanche per i probiotici, che servono a ripristinare la “flora intestinale buona” quando diradata dalla dissennata alimentazione, perchè se si persevera in questa pratica il probiotico anziché aiutare diventa un ulteriore elemento di zavorra per l’apparato digerente.

Sapete invece cosa sono le “droghe furbe” (smart drugs) : sono sostante “eccitanti” o “energizzanti”, ammesse dalla legge, che si trovano anche nelle bibite giovanili, come taurina, caffeina, efedrina, xantina, ginseng, etc;

Bisogna però spiegare il meccanismo fisiologico dell’effetto”eccitante”, che consiste nello spremere energie altrimenti usate per altri importanti processi fisiologici (cosa che, a cascata, porterà dei problemi, chissà dove e chissà quando; aumentando gli eccitanti, i problemi di salute si svilupperanno proporzionalmente in quantità e velocità di accadimento)

Per non dilungarmi evito la citazione degli studi di Pauling o Delbet ad esempio, o anche Nacci e Pantellini o ancora Stone e Cathcart  trascurando perfino molti altri, che riterrei validissimi da utilizzare in stato di difficoltà di salute o di transizione, “da farsi però sempre tramite elemento autorizzato-iscritto all’ordine dei medici”;  io invece che ho il pallino di tendere sempre alla massima semplicità delle cose, anziché orientare a “come rattoppare le gomme”, vorrei riuscire ad instillare nelle persone il principio che :  “quanto più ci avviciniamo a rispettare le leggi della natura, tanto meno avremo necessità di complicarci la vita in “pezze e paraliquida”.

Per concludere l’articolo, senza dare sentenze, ma lasciando al lettore la migliore analisi ed interpretazione di quanto fin qui suggerito, mi permetto alcune personalissime considerazioni :   

  1. peggio si mangia e più si ha necessità di integrazione di elementi primari
  2. più gli integratori sono di origine organica e meglio vengono assorbiti dall’organismo!
  3. ma se gli integratori per essere di origine organica  devono venir estratti dai vegetali, perché non si assumono direttamente i vegetali stessi?
  4. ma se si assumono direttamente i vegetali stessi…….., che bisogno c’è di assumere gli integratori?
  5. e se tutti i soldi risparmiati da quel circolo vizioso venissero impiegati in tante nuove vacanze, con quell’amore di prima che ancora attende trepidante sulla spiaggia?

Aspettate un attimo, prima di chiudere, a proposito di quell’incontro in riva al mare, mi sa che vi propongo una ricetta che da una parte vi farà fare un figurone e dall’altra, ma questa non c’è neanche bisogno di sbandierarla, oltre al fornire elementi naturali ed organici di immediato e potente assorbimento, concorrerà fortemente a difendere entrambi dai malanni e dagli accidenti  dei tempi moderni : comprate per poche decine di euro una “centrifuga” e preparate i gustosissimi e coloratissimi succhi come ideati dagli scienziati Breuss o Gerson e ci ritroveremo a parlarne tra altri 100 anni.                                                                                                                                          

Pezzo musicale conclusivo : Lee Ritenour – Papa was a Rolling Stone

Declaratoria obbligatoria per la legge italiana : quanto scritto in questo articolo è il sunto di opinioni, idee, esperienze e simili in linea con la Costituzione Italiana che sancisce la libertà di pensiero e di espressione delle proprie idee. I suddetti non sono consigli medici o terapie, per le quali, per legge, è necessario un medico laureato, abilitato e iscritto all’albo. Tali scritti non si pongono in conflitto con la medicina ufficiale ma anzi la integrano nella promozione del benessere globale della persona.

Autore articolo : Giuseppe Fadda

(766)

3 thoughts on “Mangiare, alimentar-si, nutrir-si……..2 : Integratori alimentari”

Lascia un commento