Oggi asparago selvatico

L’asparago selvatico (Asparagus acutifolius) è una pianta della famiglia delle Liliaceae reperibile in tutto il bacino del Mediterraneo. I nomi comuni “asparago spinoso” e “asparago pungente” derivano dalle caratteristiche spine poste alla base dell’apparato fogliare, caratteristica comune nelle piante della macchia mediterranea.

Studi recenti hanno rilevato come gli asparagi, con particolare riferimento alle loro foglie, siano da considerare un alimento utile alla protezione del fegato, con particolare riferimento al consumo eccessivo di alcol ed al loro prezioso contenuto di amminoacidi e sali minerali. Il consumo di asparagi può offrire un ottimo contributo nel facilitare la depurazione del fegato.

Re della tavola in primavera, l’asparago selvatico è una pianta spontanea particolarmente apprezzata in cucina.

Grazie al suo gusto intenso ed inconfondibile sa dare personalità ai piatti in cui è protagonista.

Oltre alla classica frittata – eredità della tradizione contadina, specialista nell’utilizzo di erbe spontanee, l’asparago selvatico viene spesso utilizzato anche nella preparazione di raffinati risotti o di ottimi primi piatti e di veloci contorni di verdure.

Apprezzato per le sue proprietà diuretiche e drenanti, il suo consumo è raccomandato anche nelle diete ipocaloriche.

 

(595)

Lascia un commento