Oggi i Cardi – Benessere e Salute

Per la rubrica Salute e Benessere, oggi vi parliamo dei cardi, ortaggio prettamente invernale di forma similare al sedano e parente stretto del carciofo infatti appartiene alla stessa famiglia, anche il sapore ne rimanda il suo imparentamento, risultando nel sentore amarognolo ma con sfumature che ne ricordano l’ortaggio similare a cui ho detto che somiglia.

La parte commestibile del cardo è il gambo di cui la parte interna è molto tenera, vanno invece eliminate le estremità con le foglie che in genere sono molto dure.

Per chi scrive il cardo è buono sia crudo che cotto….Richiede parecchio tempo sia per pulirlo che per cuocerlo, è un operazione molto lunga e laboriosa, si devono eliminare le coste esterne più dure e filamentose, l’ideale è utilizzare un pela-patate fino ad arrivare al cuore. Le coste vanno poi spuntate e tagliate a pezzetti tenendole immerse in acqua acidulata con il limone se non si intende utilizzarle subito evitando così che anneriscano.

Il loro basso contenuto calorico li rende adatti anche a regimi alimentari dietetici. Ad essere utilizzato è esclusivamente il fusto del cardo, che deve essere lessato prima di qualunque uso per eliminare il caratteristico sapore amarognolo che lo contraddistingue, a me personalmente piace gustarlo crudo con un filo d’olio evo e un pizzico di sale per apprezzarne tutte le sue caratteristiche.

  (377)

You must be logged in to post a comment Login