Sardegna chi_ama: in un doppio cd antologico il concerto di beneficenza

Sardegna chi_ama: in un doppio cd antologico il concerto di beneficenza
per le scuole danneggiate dall’alluvione dell’anno scorso.
Nelle edicole dell’isola da martedì 18 distribuito da La Nuova Sardegna.
*

Sardegna chi_ama (photo_Eugenio_Schirru)

Sardegna chi_ama (photo_Eugenio_Schirru)

Un doppio cd per rivivere le emozioni di Sardegna chi_ama, il concerto di beneficenza ideato e diretto dal jazzista Paolo Fresu, che lo scorso 31 maggio ha radunato a Cagliari un folto e prestigioso cast di artisti della musica e dello spettacolo con un nobile obiettivo: raccogliere fondi per le scuole danneggiate dall’alluvione che nel novembre dello scorso anno ha colpito l’isola. Un’iniziativa fatta propria come progetto speciale dalla Fondazione Banco di Sardegna e organizzata dall’associazione Dromos, che ha permesso di destinare 174.250 euro, tra incassi e donazioni, al ripristino di nove scuole di altrettanti centri: Macomer, Nuoro, Mogoro, Oristano, Uras, Olbia, Sant’Antonio di Gallura, San Gavino Monreale e Pabillonis.

Nuovi proventi da devolvere ad altre scuole sono ora attesi dalle vendite del doppio album che raccoglie in quasi due ore di musica alcuni dei momenti più significativi di quella lunga serata: prodotto da Dromos col sostegno di Unipol e Banca di Sassari, sarà nelle edicole sarde a partire da martedì 18 novembre (a un anno esatto dal “Ciclone Cleopatra”), in distribuzione con il quotidiano La Nuova Sardegna a 8,80 euro (più il prezzo del giornale).

Selezionati da Paolo Fresu, sono ventisette i brani raccolti nei due cd. Protagonisti Ron, Eugenio Finardi, Ornella Vanoni, Omar Pedrini, Raphael Gualazzi, Alice, gli Stadio, Amii Stewart, Cristiano De André, Mauro Pagani, i Perturbazione, Paola Turci, Gianmaria Testa, Claudio Coccoluto, e tanti artisti sardi: Franca Masu, i Tazenda, Luigi Lai, i Sikitikis, Marco Carta, Piero Marras, Elena Ledda, i Menhir, Salmo, Antonello Salis, Lavinia Viscuso, e, naturalmente, Paolo Fresu. Il trombettista di Berchidda porta il suo contributo in diversi momenti: ora con il suo Devil Quartet, ora insieme ad altri compagni di viaggio come Luca Aquino, Gavino Murgia, Bebo Ferra, Raffaele Casarano, Antonello Salis, ora accanto agli attori Lella Costa e Ascanio Celestini, oppure con Neri Marcorè (che ha condotto la serata insieme a Geppi Cucciari) nell’inconsueto ruolo di cantante sulle note di “Dolcenera” di Fabrizio De André.

Alcuni pezzi rappresentano emblematicamente l’abbraccio musicale, e di solidarietà, tra la Sardegna e la Penisola, vedendo agire insieme artisti sardi e “continentali”: ecco, dunque, l’intenso dialogo di Paola Turci con Elena Ledda, di Eugenio Finardi con Franca Masu e Luigi Lai, l’incontro di Omar Pedrini e degli Stadio con Diablo dei Sikitikis, oltre al rodatissimo progetto NeonElio dei tenores di Neoneli con Elio delle Storie Tese come “quinto elemento”. Altro punto di forza delle registrazioni, l’accompagnamento dell’Orchestra d’archi del Teatro Lirico di Cagliari e di una house band dirette da Celso Valli, che ha anche curato gli arrangiamenti appositamente per il grande evento cagliaritano.

Impreziosito dalle illustrazioni di Antonio Marras e dalla grafica di Beppe Chia, il libretto allegato ai due cd riporta riflessioni e brevi suggestioni narrative firmate da scrittori e poeti come Milena

Sardegna chi_ama - Paolo Fresu (photo_Eugenio_Schirru)

Sardegna chi_ama – Paolo Fresu (photo_Eugenio_Schirru)

Agus, Antonella Anedda Angioy, Giulio Angioni, Alberto Capitta, Marcello Fois, Maria Giacobbe, Salvatore Mannuzzu, Alberto Masala, Salvatore Niffoi, Paola Soriga, Giorgio Todde e Bruno Tognolini.

In apertura, la presentazione di Paolo Fresu, che racconta così l’origine e la genesi di Sardegna chi_ama: “Il giorno dell’alluvione del 18 novembre 2013 mi trovavo a casa, a Bologna, con gli occhi incollati alle news della TV. Ho pensato immediatamente a un grande evento spettacolare e culturale per l’isola devastata. Da consumarsi non sull’onda dell’emozione ma quando si dimentica, forse troppo in fretta. ‘Sardegna chi_ama’ è nato con il triplice obiettivo di recuperare soldi per le zone drasticamente colpite, riportare al centro dell’attenzione il ‘problema Sardegna’ e, non ultimo, intraprendere un più ampio percorso di riflessione sulle tematiche del rapporto uomo-ambiente, nella convinzione che la cultura sia il più efficace strumento di cambiamento dei comportamenti”.

Obiettivi cui Sardegna chi_ama ha dedicato, oltre alla grande serata di musica e spettacolo, che ha registrato il tutto esaurito all’Arena Grandi Eventi di Sant’Elia e un milione e 462 mila spettatori per la diretta televisiva su RAI3 (con il 7,13% di share), due iniziative affidate alla direzione scientifica dell’urbanista Alessandro Delpiano: il manifesto etico Italia Paradiso, che tra i firmatari conta adesioni eccellenti come quelle del presidente del Senato, Pietro Grasso, e della presidente della Camera, Laura Boldrini; e il convegno “Riflessioni e politiche per tutelare la bellezza del nostro paesaggio, le qualità delle nostre città, il valore della nostra terra” che si è tenuto il 30 maggio a Cagliari, all’Auditorium Tiscali (e rilanciato in diretta streaming): un articolato programma di interventi moderati dal giornalista Gad Lerner per fare il punto sullo stato di salute del territorio italiano che ha visto la partecipazione di esperti e ricercatori, attori istituzionali e associazioni. I loro nomi compaiono nel lungo elenco dei credits e ringraziamenti che prende ben tre pagine del libretto del doppio cd, a testimoniare l’impegno e il coinvolgimento di quanti hanno sostenuto e affiancato fin qui il cammino di Sardegna chi_ama. (674)

You must be logged in to post a comment Login