Scia di sangue sulla Sorso-Marina

Ancora un incidente sulla strada della Marina di Sorso. L’ennesimo di una lunga scia di feriti e morti.
E’ ancora fresco nella mente dei sorsensi infatti la scomparsa di Giovanni Maria Loriga, il 18enne che poco più di 2 mesi fa morì lungo il rettilineo che porta alla spiaggia.

Così come è ancora impresso il ricordo di Martino e Pietro Tilocca, i 2 fratelli che nella medesima strada perirono dopo un terribile impatto tra la loro moto e una vettura.
La notizia dell’ennesimo incidente al giovane Nicola Muresu, 23 anni, di Sennori, credo che debba indurre alla riflessione non solo la giunta comunale, vista la scarsa illuminazione nella zona ma anche gli automobilisti ad usare maggior prudenza.
Mi è capitato proprio pochi giorni fa, di assistere alla corsa folle di un automobilista che incurante di chi li stava attorno continuava a tener premuto il piede sull’acceleratore, mettendo a repentaglio la vita non solo di chi stava seduto nella sua vettura ma anche di altri automobilisti e passanti (visto che la strada per via dei marciapiedi e pista ciclabile annessa è diventata la metà di numerosi amanti delle passeggiate dal paese al mare e viceversa), che se per un suo malaugurato errore fosse uscito di strada poteva mietere più vittime di quelle che ci sono stati in questi ultimi 5 anni.

Indubbiamente questo nuovo incidente non può – e soprattutto non deve – diventare uno dei tanti che si sono registrati in quella strada senza che si attuino delle politiche in favore degli automobilisti disciplinati e dei passanti che troppo spesso vedono minacciare la propria esistenza dalla folle corsa di questi maniaci della velocità. (473)

You must be logged in to post a comment Login