Tra Champions League e qualificazioni Euro 2020: i prossimi turni di qualificazione

Tra Champions League e qualificazioni Euro 2020: i prossimi turni di qualificazione

Per quanto riguarda le qualificazioni per Euro 2020, abbiamo visto come vi siano grandi differenze tra i vari gironi, dato che se da una parte troviamo squadre come la Nazionale di Roberto Mancini, già qualificata, così come altre realtà quali Belgio, Spagna e Ucraina, con un piede e mezzo nella qualificazione, è anche vero che ci sono nazionali che dovranno sudarsi l’accesso alla fase finale degli europei del prossimo giugno fino alla fine. Spesso si tratta di formazioni che negli scorsi mondiali di Russia 2018 hanno ben figurato, come l’Inghilterra guidata dal suo capitano Harry Kane, così come lo stesso Portogallo di Cristiano Ronaldo, squadra fresca del successo in Nations League, senza dimenticare anche Germania, Olanda, Francia o altre squadre rivelazione come l’Islanda e la Svizzera. Tutte queste formazioni dovranno giocare fino all’ultimo turno, per poter accedere alla fase finale dei prossimi europei rendendo più interessante il contesto delle scommesse live per quanto concerne questa prima fase di qualificazione agli, la cui fase finale come tutti sanno verrà disputata per la prima volta con un calendario itinerante in diverse città europee, a partire dal prossimo giugno 2020.

Il punto della situazione per quanto riguarda Champions ed Europa League

Archiviata l’ultima sosta dei campionati, si torna però a parlare di serie A e soprattutto di Champions ed Europa League, dove solo la Juventus ha già ipotecato l’accesso agli ottavi di finale, in largo anticipo, rispetto alla tabella di marcia. Discorso aperto per tutte le italiane, anche se il cammino di Atalanta in Champions e Lazio in Europa League, diventa piuttosto complesso e tortuoso. Anche il Napoli di Ancelotti si è complicato la vita, prima pareggiando contro i modesti avversari del Genk, in trasferta, poi non andando oltre il pareggio, peraltro ottenuto in rimonta, contro il Salisburgo in casa. L’Inter invece dovrà fare il possibile per accedere agli ottavi di finale, dopo la sconfitta di Dortmund, arrivata sempre in rimonta, dopo un esemplare primo tempo per la squadra di Antonio Conte. L’Atalanta di Gasperini ha pagato la mancanza di esperienza, pur disputando una partita di grande orgoglio, contro un avversario nettamente superiore come il Manchester City di Pep Guardiola.

Il livello delle italiane in Europa torna a essere soddisfacente

In generale bisogna notare come il livello attuale delle italiane in Champions League, Atalanta a parte, che però giocava per la prima volta in questo torneo, si sia alzato, in termini di competitività. Al Napoli ad esempio manca un po’ di continuità, malgrado le prestazioni maturate durante le ultime edizioni contro squadre come PSG e Liverpool, diano una dimensione europeo e internazionale a Insigne, Mertens e a tutto un gruppo che sta facendo meglio in Champions rispetto al campionato. Un po’ quello che era accaduto anche alla Roma, durante le ultime apparizioni in Europa, sfiorando addirittura la finale dopo aver eliminato in rimonta il Barcellona di Lionel Messi ai quarti di finale, nell’edizione di due anni fa. Obbligatorio invece fare una riflessione sulla Juventus di Maurizio Sarri, le cui prestazioni salgono di livello e di intensità in Champions League, dove la formazione bianconera ha disputato un girone quasi impeccabile, pur affrontando squadre di grande esperienza, come l’Atletico Madrid di Diego Simeone. La dimensione internazionale delle italiane, torna quindi su livelli buoni, dopo una fase in cui si era parlato del distacco rispetto alle spagnole e soprattutto alle inglesi, durante le edizioni passate di Champions League.

(9)

You must be logged in to post a comment Login