Voci di Maggio: festa grande, domani e lunedì tutti a Sassari

Voci di Maggio: festa grande,domani e lunedì tutti a Sassari
Sarà una festa memorabile quella che l’associazione culturale Istentales sta organizzando per domani e lunedì a Sassari.

Grande musica, artigianato, sfilate di moda, gastronomia. Insomma una festa per tutti. Non ci sarà che l’imbarazzo della scelta.

Domenica. L’apertura ufficiale, è fissata per le 10 di domani al Teatro Civico con l’evento “Sogni ad occhi aperti, tra musica & parole”.

Verrà presentato in anteprima nazionale il nuovo lavoro discografico degli Istentales, con la partecipazione del cantautore Eugenio Finardi, del batterista Tullio De Piscopo e di altri nomi dello spettacolo e della cultura.

Presentatore di tutta la manifestazione è Giuliano Marongiu. Sempre domenica mattina, nel foyer del Quattro Colonne, i cuochi associati sassaresi, la Scuola Alberghiera di Sassari e un team di chef prepareranno pietanze della cucina tipica sarda.

Il grande concerto di Voci di Maggio 2014 è previsto per la sera, con inizio alle 18 in piazza d’Italia.

Gli artisti si esibiranno in abiti “etnici” creati per loro dalla sartoria Pinu di Nuoro (ma Antonella Ruggiero vestirà un abito di Bagella di Sassari). «Sono davvero contento di partecipare a questo evento– ha detto ieri alla Nuova, Tullio De Piscopo– C’è un clima di festa che è quello che dovrebbe accompagnare gli eventi musicali. Festa vuol dire condivisione, quella che speso manca nei concerti dei cosiddetti mostri sacri». Sul palco si alterneranno Eugenio Finardi, Paola Turci,istentales (che presenteranno in anteprima assoluta il nuovo cd),Tullio De Piscopo, Alberto Bertoli, Coro di Usini, Coro “su Nugoresu” di Nuoro, Boes e Merdules di Ottana. Sul palco in piazza d’Italia verranno accolti i bambini della scuola Putzolu di Olbia (infanzia e primaria) che ha subito gravi danni durante l’alluvione del 18 novembre.

La parte gastronomica di domenica prevede, tra l’altro, due vitelli arrostiti in piazza per l’ora di pranzo e cento porcetti per la cena. Nel pomeriggio è prevista la spettacolare gara di tosatura delle pecore, la ziminata e la 3° Gara Regionale Gimkana Trattoristica a cura della Coldiretti.

Lunedì 2 giugno . Alle 10.30 nel Teatro Civico è previsto il convegno – concerto dal titolo: “La Canzone sassarese nella città dei Candelieri e della Cavalcata sarda”, a cui parteciperanno alcuni tra i più interpreti e la presentazione del libro “La canzone identitaria sassarese” Storia, testi, personaggi, interpreti e sorprese della musica popolare di Sassari scritto da Gavino Ruggiu. Alle 21 in piazza d’Italia è in programa l’evento “Moda di maggio – Evento di Moda & Musica. Sfileranno le collezioni di: Atelier Regina di Elisabetta Delogu (Sassari), Etoile atelier di Roberto Stella (Sassari)Atelier Gurusele di Lucia Deligios (Sassari), Bagella – Abbigliamento tradizionale sardo (Sassari), Nitael Creazioni in pelle di Paola Tangianu, Casa di moda Demode’ di Annamaria Baldino e Giangiuseppe Pisuttu (Ittiri), liceo artistico “Figari” di Sassari con la direzione di Claudio Vendramin. Tra gli ospiti d’onore della serata: Antonella Ruggiero, Maria Luisa Congiu, Coro “Amici del canto sardo” di Sassari. Coreografie: Leonarda Catta.

La fiera dei prodotti tipici proporrà piatti tipici preparati dall’associazione cuochi Sassaresi, la Sagra del porcetto sardo, degustazione e vendita ciliegie di Bonannaro, esposizione – degustazione e vendita prosciutto ogliastrino, esposizione e vendita maschere tradizionali di Mamoiada Nelle due giornate si svolgerà la Fiera dell’Artigianato e dell’ Agroalimentare- nelle piazze d’Italia, Castello, Azuni, Tola, Mercato e Emiciclo Garibaldi, con la collaborazione dei Circoli del centro storico e gli operatori del Mercato Civico. Nel corso delle due giornate in programma la Fiera dei prodotti tipici e artigianali oltre alla rievocazione degli antichi mestieri: pittura, lavorazione del legno e della pietra, scalpellini, coltellinai, maestri del ferro battuto, artigiani della carapigna (gelato artigianale, fatto con la neve di Aritzo), lavorazione del torrone di Tonara, lavorazione di campanacci, maniscalchi, orafi, avranno l’occasione di esporre e vendere, in una suggestiva cornice, per le vie del centro storico di Sassari, le loro opere e attività tradizionali perdute, uniche e rappresentative, dai temi legati alla Sardegna.

Voci-di-Maggio-Sassari-1-2-giugno-2014-ritaglio (405)

You must be logged in to post a comment Login